Uno dei principi portanti di un corretto sistema di gestione degli imballaggi, è la prevenzione.

Prevenzione vuol dire riduzione della quantità (prevenzione quantitativa) e aumento della eco-compatibilità (prevenzione qualitativa), sia delle materie e delle sostanze utilizzate, sia degli imballaggi e rifiuti di imballaggio, in particolare attraverso lo sviluppo di prodotti e di tecnologie non inquinanti.

La prevenzione è un processo sempre più rilevante ai fini di un approccio corretto allo sviluppo sostenibile.
Oggi l’imballaggio è pensato per offrire la migliore performance con la maggiore efficienza ed è più facile da riutilizzare e riciclare.
La legge affida la responsabilità di attuare azioni di prevenzione ai produttori di imballaggio. Tuttavia anche i comportamenti degli utilizzatori finali influenzano notevolmente le attività di marketing, produzione e logistica dei produttori, incentivando e creando vantaggi reali nello sviluppo delle attività di prevenzione.

Il ruolo di CiAl, in questi anni, è stato quello di promuovere, supportare, e monitorare le attività di prevenzione sia qualitative che quantitative messe in atto dalla collaborazione tra produttori e utilizzatori di imballaggi in alluminio, e dare evidenza alle principali innovazioni introdotte nel settore in modo da favorire la diffusione di modelli virtuosi di sostenibilità.