Nel febbraio 2011 CiAl, Federambiente e Nespresso Italia hanno siglato un Accordo per lo sviluppo e la gestione in Italia del progetto Ecolaboration che Nespresso ha attivato in tutto il mondo.

Si tratta di un progetto volto alla raccolta e recupero delle capsule da caffè, realizzate interamente in alluminio, attraverso la definizione di un modello lineare suddiviso in tre fasi:

raccolta presso i punti vendita Nespresso dove i clienti possono conferire le capsule usate
conferimento delle capsule raccolte ad un impianto di lavorazione dotato dell’opportuna tecnologia per il trattamento e la separazione delle due frazioni (alluminio e caffè)
avvio a riciclo dell’alluminio in fonderia e della polvere di caffè presso un impianto di compostaggio
CiAl ha supportato Nespresso nella fase tecnica e progettuale e gestisce, attivando la collaborazione delle aziende aderenti a Federambiente (l’Associazione Italiana Servizi Pubblici Igiene Ambientale) - responsabili delle attività di raccolta nelle città in cui sono presenti boutique Nespresso - le fasi di raccolta, stoccaggio e trasporto, con avvio a riciclo, delle capsule esauste.

A settembre 2013, il progetto è stato attivato in 31 punti vendita distribuite in 19 città italiane, ma è in continua espansione in linea con le politiche commerciali e di sviluppo di Nespresso Italia.

A poco più di due anni dall’avvio del progetto i risultati di raccolta sono più che positivi; nel 2012 sono state raccolte e avviate a riciclo oltre 170 ton di capsule (ovvero ben 17milioni di pezzi), risultati quasi conseguiti anche nel primo semestre 2013 in cui sono state conferite e raccolte oltre 160 ton di capsule.

Per conoscere i punti Nespresso dove è possibile consegnare le capsule usate, visita il sito Ecolaboration di Nespresso: ciccla qui.



[youtube src="VqTzrEbJBIM"]