RICICLO IMBALLAGGI ALLUMINIO : RISULTATI 2017

Lo scorso aprile, durante l’Assemblea Annuale delle imprese consorziate a CiAl – Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi in Alluminio, sono stati resi pubblici i risultati di raccolta, recupero e riciclo degli imballaggi in alluminio in Italia, per l’anno 2017.

Il 2017 è stato un anno impegnativo, con risultati positivi in linea con gli ultimi anni: sono state recuperate 47.800 tonnellate di imballaggi in alluminio, pari al 68,6% dell’immesso nel mercato, cioè 69.700 ton.

Un risultato reso possibile grazie alla collaborazione dei cittadini e agli accordi stipulati fra CIAL e gli enti locali di riferimento.

Ad oggi, sono 6.777  i Comuni italiani nei quali è attiva la raccolta differenziata degli imballaggi in alluminio (l’85% del totale) con il coinvolgimento di circa 53,9 milioni di abitanti (l’89% della popolazione italiana).

 

riciclo alluminio

I numeri 2017 di CiAl

  • 209  imprese consorziate
  • Quantità di imballaggi in alluminio immesse nel mercato italiano: 69.700 tonnellate.
  • 6.777 i Comuni italiani che partecipano alla raccolta differenziata degli imballaggi in alluminio, con 53,9 milioni di cittadini coinvolti.
  • 333 soggetti convenzionati in base all’Accordo Quadro Anci – Conai, 200 centri di selezione e conferimento per i materiali da raccolta differenziata e 12 fonderie per il riciclo su tutto il territorio nazionale garantiscono la raccolta, il trattamento, il riciclo e il recupero dell’alluminio.

 

I risultati 2017 di CiAl

Recupero totale degli imballaggi in alluminio in Italia (quota di riciclo + quota di imballaggi avviati a recupero energetico): 47.800 tonnellate, pari al 68,6% dell’immesso nel mercato.

  • Riciclo: 44.200 tonnellate di imballaggi in alluminio, pari al 63,4% del mercato
  • Recupero energetico: 3.600 tonnellate (quota di imballaggio sottile che va al termovalorizzatore)

Grazie al riciclo di 44.200 tonnellate di imballaggi in alluminio sono state:

  • evitate emissioni serra pari a 328.000 tonnellate di CO2
  • risparmiata energia per oltre 141.000 tonnellate equivalenti petrolio.

 

RICICLO ALLUMINIO: LO SAPEVI CHE?

  • L’alluminio si ricicla al 100% e infinite volte, senza perdere nessuna delle sue caratteristiche principali.
  • La totalità dell’alluminio prodotto in Italia proviene dal riciclo.
  • Riciclando l’alluminio si risparmia il 95% dell’energia necessaria per produrlo dalla sua materia prima: la bauxite.
  • I trend confermano l’Italia al primo posto in Europa con oltre 955mila tonnellate di rottami riciclati (considerando non soltanto gli imballaggi).
  • L’Alluminio è affine ai principi e ai valori dell’Economia Circolare, in quanto materiale permanente, un materiale cioè che non si consuma, che si usa e si riusa, senza fine, conservando, in tutte le sue numerose applicazioni, l’energia necessaria per futuri e nuovi impieghi.
  • Una lattina per bevande contiene in media il 68% di materiale (già) riciclato ed è, in assoluto, l’imballaggio per bevande più riciclato al mondo, più del vetro e della plastica, ad esempio, come conferma una ricerca del  Resource Recycling Systems.