3 aprile 2014

RICICLO CAPSULE CAFFE' - RISULTATI 2013

IN ITALIA NEL 2013 + 76% – ECCO I RISULTATI CITTA’ PER CITTA’ 

Dopo quasi tre anni dall’avvio del progetto Ecolaboration, sono più che positivi i risultati di raccolta, recupero e riciclo delle capsule da caffè Nespresso in alluminio in Italia.

Attualmente, nel nostro Paese, sono 30 le boutique cui corrispondono altrettanti punti di raccolta, distribuite in 20 città italiane:

Torino, Genova, Milano, Monza, Bergamo, Brescia, Como, Varese, Padova, Verona, Treviso, Bolzano, Bologna, Modena, Parma, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Catania.

Si tratta di un sistema capillare che offre ai clienti Nespresso la possibilità di partecipare ad un grande progetto di tutela ambientale in grado di garantire il recupero di risorse importanti, altrimenti destinate allo smaltimento in discarica:

  • Da un lato l’alluminio, materiale con cui le capsule sono fatte, che può essere riciclato al 100% e infinite volte, consentendo un enorme risparmio di energia e materia: fino al 95%.
  • Dall’altro il caffè residuo che viene avviato a compostaggio per le coltivazioni di riso, destinato da Nespresso alla onlus Banco Alimentare.

 

Guarda il video che spiega come funzione il progetto Ecolaboration: 

 

Nel 2013, in Italia, sono state 299 le tonnellate di capsule usate conferite dai cittadini presso gli appositi punti di raccolta allestiti in ognuna delle boutique Nespresso e avviate a riciclo con la collaborazione e il supporto di CiAl.
Rispetto a quanto raccolto nel 2012 si è registrato un aumento del 76%.

In ognuna delle 20 città coinvolte, in base ad un accordo siglato fra Nespresso, CiAl e Federambiente, il progetto prevede che il servizio di ritiro delle capsule conferite dai cittadini sia a cura dell’amministrazione e/o della società che sul territorio gestisce i rifiuti urbani. L’avvio al riciclo in fonderia dell’alluminio sia garantito dal Consorzio CiAl. Mentre l’avvio a compostaggio del caffè residuo sia invece gestito direttamente da Nespresso.

CLICCA QUI per conoscere, nel dettaglio, tutti i punti di raccolta Nespresso. 

Ecco i risultati 2013, città per città. Con l’indicazione dell’aumento percentuale ottenuto nell’ultimo anno e la società che si occupa di gestire il ritiro sul territorio:

Comune di Milano – Società AMSA Gruppo a2a
70,8 tonnellate raccolte – + 39% rispetto al 2012

Comune di Monza
6,8 tonnellate raccolte – il servizio è partito nel 2013

Comune di Varese – Società Aspem Gruppo a2a
17 tonnellate raccolte – + 70% rispetto al 2012

Comune di Como – Società Aprica Gruppo a2a
4,7 tonnellate – + 100% rispetto al 2012

Comune di Bergamo – Società Aprica Gruppo a2a
13 tonnellate raccolte – + 94% rispetto al 2012

Comune di Brescia – Società Aprica Gruppo a2a
11,8 tonnellate raccolte – + 68% rispetto al 2012

Comune di Torino – Società AMIAT Torino
21,6 tonnellate raccolte – + 55% rispetto al 2012

 Comune di Genova – Società AMIU Genova
21,5 tonnellate raccolte – + 100% rispetto al 2012

 Comune di Padova – Società Acegas Aps
5,3 tonnellate raccolte – + 11% rispetto al 2012

Comune di Verona – Società AMIA Verona
15,8 tonnellate raccolte – + 48% rispetto al 2012

Comune di Treviso – Società Contarina
9,5 tonnellate raccolte – +100% rispetto al 2012

Comune di Bolzano – Società Seab
11,6 tonnellate raccolte – +100% rispetto al 2012

 Comune di Bologna – Società Hera
8 tonnellate raccolte – + 75% rispetto al 2012

Comune di Modena – Società Hera
2,7 tonnellate raccolte – + 75% rispetto al 2012

 Comune di Parma – Società Iren Ambiente
1,3 tonnellate raccolte – il servizio è partito nel 2013

Comune di Firenze – Società Quadrifoglio
11,4 tonnellate raccolte – + 100% rispetto al 2012

 Comune di Roma – Società AMA Roma
49,4 tonnellate raccolte – +45% rispetto al 2012

 Comune di Napoli – Società ASIA Napoli
4,3 tonnellate raccolte – +71% rispetto al 2012

 Comune di Bari – Società AMIU Bari
4 tonnellate raccolte – +48% rispetto al 2012

 Comune di Catania – Società Oikos
1 tonnellata raccolta – il servizio è partito nel 2013

 

torna alle news
torna alla home