Il Contributo Ambientale per gli imballaggi in alluminio

Variazioni e riduzioni per le imprese consorziate

Il Consiglio di Amministrazione CONAI, sentito il parere del Consorzio Nazionale Imballaggi Alluminio CIAL, ha deliberato che il Contributo Ambientale per gli imballaggi in alluminio passasse da 35,00 a 15,00 Euro/ton.

La riduzione è operativa a partire dal 1° gennaio 2019.

Si tratta di un segnale dell’impegno del sistema consortile ad ottimizzare le risorse ed a contenere i costi per le imprese Consorziate – produttrici e utilizzatrici di imballaggi – garantendo comunque il ritiro dei rifiuti urbani di imballaggio conferiti ed il riconoscimento ai Comuni dei corrispettivi previsti dal vigente Accordo Quadro ANCI-CONAI.

La variazione del Contributo Ambientale per gli imballaggi in alluminio non avrà effetti sulle procedure semplificate e forfettarie.

Per ogni ulteriore informazione e chiarimento è a disposizione delle aziende il Numero Verde CONAI 800-337799.

Dal 1′ GENNAIO 2022: Riduzione di 5 €/tonnellata per gli imballaggi in alluminio

Il valore del CAC per l’alluminio si ridurrà da 15 €/tonnellata a 10 €/tonnellata.

L’alluminio è un materiale che ha sempre mantenuto alti i suoi valori di mercato: l’attuale contesto economico, che ha impatti straordinariamente positivi sull’andamento del materiale da riciclo, rende possibile la nuova revisione al ribasso del contributo ambientale per gli imballaggi in questo materiale.

Nel 2022, il risparmio previsto per gli utilizzatori di questo tipo di pack dovrebbe risultare pari a oltre 350.000 €, su oltre 70.000 tonnellate di immesso al consumo.