ECOMONDO 2014: IL PROGRAMMA COMPLETO

Puntuale ritorna l’appuntamento di riferimento in Italia per l’ambiente, la sostenibilità, il riciclo e l’energie rinnovabili: Ecomondo.

Dal 5 all’8 novembre, presso i padiglioni di Rimini Fiera, l’intero mondo “green” si incontrerà per discutere, approfondire e fare il punto della situazione sullo stato economico, sociale e politico dell’Italia che opera e lavora in ambito ecologico.

Di seguito il programma completo di incontri, dibattiti e convegni. Compresa la due giorni dedicata agli Stati Generali della Green Economy.

In particolare, CIAL parteciperà con il Direttore Generale Gino Schiona, all’incontro del 6 novembre, ore 10 Sala Rovere Pad. C6, dal titolo “Recupero di energia e di materia tramite il trattamento termico dei rifiuti”.

Questo in sentesi ciò di cui si discuterà: “In accordo all’attuale direttiva europea sulla gestione dei rifiuti, la termovalorizzazione interviene a valle delle altre azioni di rango superiore (prevenzione, preparazione per il riutilizzo, riciclaggio), attuando il recupero dell’energia ancora contenuta nei rifiuti e contribuendo al tempo stesso a chiudere correttamente il ciclo integrato di gestione dei rifiuti, nonché a minimizzare il successivo fabbisogno di smaltimento. Occorre prendere atto che la termovalorizzazione dei rifiuti, materia di discussione già di per sé complessa, risulta essere un argomento spesso affrontato senza la necessaria competenza tecnica e caratterizzato da forti ed ingiustificati pregiudizi. La notevole disinformazione sullo specifico tema e l’eccessiva idealizzazione di soluzioni alternative ai termovalorizzatori screditano agli occhi dell’opinione pubblica una tecnologia consolidata, che offre la possibilità di recuperare energia e materia, permettendo inoltre di limitare il ruolo delle discariche ad un utilizzo puramente residuale. Lo scopo del convegno è dunque quello di approfondire l’attuale stato dell’arte della termovalorizzazione dei rifiuti, illustrando il punto di vista di alcune istituzioni e mostrando esempi virtuosi di alcuni importanti operatori del settore”.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *