Nominato il nuovo CDA del Consorzio CIAL. Carmine Bruno Rea confermato alla Presidenza.

L‘assemblea di CIAL, riunitasi il 6 maggio 2022 a Milano, ha nominato il nuovo CDA del Consorzio per il prossimo triennio.

Il CDA, composto da 9 membri – in rappresentanza delle categorie dei produttori di materiale di imballaggio, dei produttori di imballaggio, degli utilizzatori di imballaggio e dei recuperatori – si è riunito al termine dell’assemblea e ha confermato, all’unanimità, Carmine Bruno Rea del Gruppo Laminazione Sottile alla Presidenza di CIAL.<
Da giugno 2017, Carmine Bruno Rea è anche Presidente di EAFA, European Aluminium Foil Association

Nominato, inoltre, alla Vice Presidenza, Francesco Bove, Group Chief Operating Officer di Guala Closures Group, azienda leader nella produzione di chiusure in alluminio, e Chairman di Aluminium Closures Group.

Fanno parte del nuovo CDA anche Alberto De Matthaeis di Carcano Antonio SpA, Laura Basile di Novelis Italia SpA, Luca Nasi di Crown Commercial Italy srl, Claudio Ruffoni di Ball Beverage Packaging Italia srl, Giulia Miceli di Coca Cola HBC Italia srl, Marco Ravagnani e Alessandro Della Valle espressione della categoria recuperatori.

Rinnovato anche il Collegio Sindacale, con Barbara Hell, in qualità di Presidente, e Claudio Artigiani.

Riconfermati i membri dell’Organo di Vigilanza:

  • Marco Brignone, Presidente
  • Renato Montedoro
  • Salvatore Rocco

“Ringrazio il CDA per la fiducia accordata che consente di proseguire nel percorso di sviluppo e di evoluzione del nostro Consorzio in un contesto caratterizzato da grandi cambiamenti e nuove sfide, possibili grazie al contributo e all’azione combinata di istituzioni, imprese, comuni, operatori e cittadini.” ha commentato Carmine Bruno Rea che ha proseguito “Le nuove sfide richiedono, oggi, di disporre di un approccio nuovo e innovativo dal punto di vista culturale per agevolare la transizione dall’economia lineare a quella circolare e consolidare, quindi, le importanti performance e trend di crescita degli ultimi anni, introducendo gli strumenti e le azioni necessarie per determinare un nuovo modello di produzione, consumo e gestione di risorse e di energia, secondo i valori alla base del principio della Responsabilità Circolare, di cui CIAL si fa promotore.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.