LE LEGHE IN ALLUMINIO

L’alluminio che troviamo così frequentemente nelle case, nei mezzi di trasporto e nelle mille applicazioni industriali non è quasi mai allo stato puro; al contrario, richiede di solito l’aggiunta di piccole quantità di altri metalli, che ne rafforzino determinate proprietà. Di solito, il contenuto in alluminio è pari o superiore al 90%.

Alcuni elementi sono frequentemente usati per migliorare le qualità dell’alluminio: durezza e compattezza, resistenza meccanica (per esempio al peso), resistenza alla corrosione, malleabilità, cioè facilità ad essere lavorato e colato in forme diverse. Gli elementi maggiormente utilizzati in lega con l’alluminio sono rame, zinco, magnesio, manganese e silicio.

• Il silicio: migliora la colabilità e riduce la dilatazione; si usa in edilizia

• Il magnesio: aumenta la resistenza alla corrosione in ambiente alcalino e in mare, aumenta la malleabilità; è molto usato per le lattine

• Il manganese: aumenta la resistenza meccanica e alla corrosione; è usato anch’esso per le lattine, spesso insieme al magnesio