18 aprile 2017

L'EARTH DAY 2017 IN ITALIA

Earth Day Italia è la parte italiana dell’Earth Day Network di Washington, l’ONG internazionale che promuove la Giornata Mondiale della Terra delle Nazioni Unite.

Nato nel 1970, l’Earth Day coinvolge ogni anno oltre un miliardo di persone grazie all’opera di 22mila partner in oltre 190 paesi del mondo, configurandosi così come l’evento di sensibilizzazione alla tutela del Pianeta più impattante al mondo.

Quest’anno le celebrazioni dell’Earth Day si svolgerano il 22 aprile.

In Italia però, a Roma, dureranno ben 5 giorni: dal 21 al 25 aprile, e si terranno negli spazi del Galoppatoio di Villa Borghese e al Pincio.

Molti gli appuntamenti in programma nella capitale.

Come di consuetudine sarà allestito il Villaggio della Terra5 giorni di sport, concerti, esposizioni, mostre, convegni, spettacoli, laboratori didattici, attività per bambini e buon cibo.

Una piazza green ricca eventi dove persone, idee ed esperienze si incontrano per camminare insieme sulla strada della sostenibilità.

 

Villaggio-per-la-Terra no logo

 

Si terrà invece proprio il 22 aprile, l’evento clou: Il Concerto per la Terra.

I concerti musicali sono gli strumenti privilegiati che Earth Day Italia utilizza per sensibilizzare sulle importanti tematiche ambientali.  

Il Concerto del 2017 è intitolato “Over The Wall – Mecenati della Bellezza“. Vuole promuovere, attraverso la musica, la tutela dell’ambiente e del patrimonio artistico, abbattendo ogni muro sociale, culturale e geografico.

Sul palco della Terrazza del Pincio, il 22 aprile sono attesi: Noemi, Sergio Sylvestre, Soul System, Zero Assoluto, Ron e La Scelta; con la partecipazione del pianista Roberto Cacciapaglia.

Concerto-per-la-Terra_contentimage

 

Altro appuntamento da segnalare, il Forum Stati Generali dell’Ambiente dei Giovani- #EarthDay per crescere

In continuità con gli Stati Generali dell’Ambiente, che hanno portato il 23 novembre 2016 i ministri del Ministero dell’Ambiente e del MIUR alla sottoscrizione congiunta della Carta sull’Educazione Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile, e ai qali abbiamo partecipato anche noi di CiAl, il 22 aprile prossimo quattro gruppi di lavoro di studenti coordinati da un relatore si scambieranno esperienze sui diversi obiettivi di educazione ambientale definiti nella Carta.

Prendendo attivamente parte a questa iniziativa di dialogo e confronto nazionale sulla tematica ambientale, i ragazzi avranno una splendida occasione di sensibillizzazione ambientale, riflettendo su argomenti quali: recuperare il rapporto con l’ambiente; comprendere la complessità ed interdipendenza delle sfide globali; stimolare scelte consapevoli e stili di vita sostenibili e riscoprire il senso del limite.

Il Forum si dividerà in più fasi. Questo il programma nel dettaglio:

22 Aprile 2017 ore 10.00 – 12.30
Galoppatoio, Villa Borghese Roma
Villaggio per la Terra

Ore 10.00-10.30 Interventi istituzionali e presentazione degli Stati Generali dell’Ambiente 

Interventi

  • Ministero Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
  • ISPRA – Dirigente Centro Nazionale per l’Educazione, la Formazione e le Reti Bibliotecari e Museali per l’Ambiente Myriam D’Andrea
  • Earth Day Italia, Presidente Sassi
  • ARPA FVG – Laboratorio Regionale di Educazione Ambientale (LaREA), Rapporteur degli Stati Generali Sergio Sichenze

Ore 10.30-11.10 1° Sessione – Educazione ambientale, tra metodi e buone pratiche

Le brevi sessioni di interventi saranno seguiti da una sessione di speed date di gruppo (i relatori si rendono disponibili ad incontrare il pubblico degli Stati Generali fuori dal palco)

Interventi

  • Michela Mayer,  Responsabile Educazione IASS- Associazione Italiana Scienza della Sostenibilità – Agenda 2030 e competenze degli educatori ambientali
  • Giovanni Borgarello, Responsabile Area Educativa Pracatinat – Come si acquisiscono le competenze in azione, necessarie ad affrontare la sfida della sostenibilità?
  • Antonella Bachiorri,  Università di Parma, Centro Italiano di Ricerca ed Educazione Ambientale (CIREA) – Educazione ambientale nel contesto universitario: tra ricerca, formazione e terza missione
  • Calogero Di Chiara, Arpa Sicilia – Responsabile del Laboratorio regionale InFEA – I programmi regionali di educazione alla sostenibilità: cura della rete e stimoli alla partecipazione
  • Giulia Sirgiovanni, Responsabile educazione e formazione e Vicepresidente dell’Istituto Pangea ONLUS –La ricerca d’ambiente e l’esperienza diretta come efficaci strumenti dell’educazione ambientale

Ore 11.10-12.30 2° Sessione – Educazione ambientale, tra progettualità e impatti raggiunti

Le brevi sessioni di interventi saranno seguiti da una sessione di speed date di gruppo (i relatori si rendono disponibili ad incontrare il pubblico degli Stati Generali fuori dal palco)

  • Stefania Camardella, GSE, responsabile del progetto “GSE incontra le scuole” – Viaggio virtuale tra le energie rinnovabili: l’esperienza di ‘GSE incontra le scuole’
  • Massimo Procopio, ISFORT, “La promozione della mobilità sostenibile negli spostamenti casa-scuola”
  • Paolo Tamburini, Responsabile Area Educazione alla sostenibilità  Agenzia Prevenzione Ambiente Energia E-R – Come si fa un programma di informazione ed educazione alla sostenibilità?
  • Manuela Pimpinella, Psicologo clinico Diafora società cooperativa sociale – Percorsi di inclusione sociale e supporto alle disabilità intellettive, l’esperienza di “Equilibri naturali: il Parco amico”
  • Luca Falasconi,  coordinatore del Progetto Reduce e ricercatore presso il DISTAL Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari Università Bologna – Percorsi di coordinamento tra ricerca, educazione e comunicazione, l’esperienza di Reduce, un kit didattico contro lo spreco alimentare
  • Franco Pistono, responsabile progetto Musica d’Ambiente  ARPA Piemonte – Percorsi di educazione alle emozioni con linguaggi non convenzionali, l’esperienza di Musica d’Ambiente
  • Pamela Giorgi, referente dell’area Documentazione di Indire – Percorsi per migliorare la consapevolezza e la conoscenza delle materie prime nella scuola
  • Elio Pacilio – Presidente Green Cross Italia – Ecologia 2.0: l’educazione ambientale al tempo dei social
  • Francesco Baruffi, Segretario Generale del Distretto delle Alpi Orientali – Alluvione sei un cittadino resiliente?
torna alle news
torna alla home