10 gennaio 2019

GREEN GAME CAMPANIA, LA FINALE

“Il Capo dello Stato non può che esprimere il suo apprezzamento per questa iniziativa, volta a stimolare una maggiore presa di coscienza ambientale e civica, fin dall’età scolastica, in tema di sviluppo sostenibile e rispetto dell’ambiente in cui viviamo [..] I migliori auguri a tutti gli studenti e a tutti coloro che hanno collaborato al progetto” è un tratto del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella rivolto agli oltre 1000 studenti della regione Campania, provenienti da 56 istituti superiori della regione, che ieri mattina, 9 gennaio 2019, a Città della Scienza si sono contesi il titolo di CAMPIONE REGIONALE GREEN GAME CAMPANIA, il gioco quiz sulla raccolta differenziata e il riciclo organizzato dai Consorzi Nazionali CIAL, COMIECO, COREPLA, RICREA e COREVE, per il riciclo di ALLUMINIO, CARTA E CARTONE, PLASTICA, ACCIAIO e  VETRO.

Agli auguri del Presidente Mattarella, si sono aggiunti quelli dell’On. Salvatore Micillo, Sottosegretario del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, presente a Città Scienza ieri mattina che con molto entusiasmo ha incoraggiato i giovani ad essere responsabili nei confronti dell’ambiente e soprattutto augurando il meglio per il loro promettente futuro. “Vorrei far arrivare a casa e a chi ci segue l’entusiasmo che stiamo vivendo qui a Città della Scienza – ha esordito l’On. Micillo – Sono tantissimi i ragazzi provenienti da tutta la regione. Dobbiamo guardare i passi in avanti che sono stati fatti e ci accorgeremo che ora, finalmente, l’ambiente è al centro dei dibattiti, anche nel mondo scolastico. Come Ministero dell’Ambiente abbiamo firmato un protocollo col MIUR e stanziato i fondi affinché l’educazione ambientale entri come materia di studio nelle scuole di ogni ordine e grado. Tra le deleghe che mi sono state conferite dal Ministro Costa ho anche quella all’educazione ambientale, incarico di cui sento l’onere e l’onore, perché sensibilizzare i giovani credo sia il modo migliore per creare una coscienza collettiva e spiegare quanto l’ambiente sia importante per le future generazioni. Un grazie va anche ai Consorzi che svolgono un lavoro eccezionale nella raccolta differenziata e con i cittadini”.

Presenti all’evento l’Assessore all’Ambiente del Comune di Napoli Raffaele Del Giudice in rappresentanza anche del Sindaco De Magistris, l’Amministratore Unico di A.S.I.A. Napoli, Francesco Iacotucci, l’Assessore all’Ambiente del Comune di Salerno Angelo Caramanno, i rappresentanti dei Consorzi Nazionali per la Raccolta, il Recupero ed il Riciclo degli Imballaggi, promotori dell’iniziativa: Gennaro Galdo di Cial, Claudia Rossi di Comieco, Valentina Meschiari e Massimo Di Molfetta di Corepla e Massimiliano Avella di Coreve, Roccandrea Iascone di Ricrea e Michele Bonomo, Presidente emerito di Legambiente.

Due manches da 15 domande ciascuna studiate appositamente dallo staff e dai Consorzi di Filiera. La gara è stata molto avvincente con studenti concentrati e molto preparati sul tema trattato. Alla fine delle batterie la Scuola più GREEN della Campania è risultata la classe 2^D del Liceo Mercalli di Napoli, al secondo posto la classe 1 del Liceo Classico Foscolo di Teano (CE), mentre la medaglia di bronzo è andata alla 2^N dell’ITS Dorso di Avellino.

Per i Consorzi Nazionali per Riciclo degli Imballaggi, il Green Game rappresenta un’occasione unica. Un appuntamento annuale ormai fondamentale per le attività di comunicazione e promozione di una corretta raccolta differenziata di acciaio, alluminio, carta, plastica e vetro. In ogni regione in cui siamo stati in questi ultimi anni – hanno dichiarato i rappresentanti dei 5 Consorziabbiamo riscontrato un’attenzione altissima ai temi della sostenibilità e dell’economia circolare. Lo stesso è accaduto qui in Campania dove, in ogni scuola, abbiamo incontrato centinaia di ragazzi desiderosi di vivere in un ambiente più sano e volto ad un futuro che fa del riciclo dei materiali il suo baluardo. Gli adolescenti oggi hanno piena consapevolezza delle tematiche ambientali e questo confronto ci sprona ad andare avanti nel nostro lavoro ancora con più determinazione, convinti che i risultati di raccolta e riciclo, anche grazie a loro, sono destinati a crescere e a fare dell’Italia un esempio virtuoso in tutto il Mondo”.

torna alle news
torna alla home