NON SOLO LATTINE, LA CAMPAGNA CIAL 2017

jpg nonsololattine news cia.it

I nuovi obiettivi di riciclo fissati dalla Comunità Europea richiedono, anche al settore degli imballaggi in alluminio, il raggiungimento di percentuali più alte che necessariamente dovranno coinvolgere, non soltanto il mondo industriale del packaging alluminio, ma anche i cittadini chiamati alla raccolta differenziata.

La raccolta differenziata degli imballaggi in alluminio in Italia, ad oggi, è attiva in 6.741 Comuni italiani e coinvolge più di 53 milioni di abitanti, l’88% del totale, e nonostante sia largamente diffusa, per migliorare le performance, occorre focalizzare l’attenzione di tutti sulle diverse tipologie di imballaggi in alluminio che possono essere oggetto della raccolta e quindi di riciclo.

Il claim della campagna di comunicazione del Consorzio CiAl è appunto #Nonsololattine e ricorda, attraverso l’utilizzo di un hashtag, facilmente veicolabile sul web, che i cittadini non devono limitarsi a conferire in raccolta e differenziate soltanto le lattine per bevande, da tutti riconosciute come l’imballaggio in alluminio più rappresentativo, ma anche le altre tipologie:

  •  scatolette per carne, pesce e legumi
     vaschette per la conservazione e la cottura del cibo
    scatolette e vaschette per il cibo per animali
     bombolette aerosol/spray
     il foglio sottile, come il rotolo da cucina o gli involucri del cioccolato
     tubetti per creme, conserve, prodotti farmaceutici o della cosmetica
     tappi, coperchi e chiusure varie

Tutti imballaggi in alluminio che, proprio come la lattina, sono riciclabili all’infinito e al 100%.

Guarda l’elenco nel dettaglio.

Dal 5 novembre, e per tre settimane, è on air su tutte le emittenti radio nazionali lo spot radiocomunicato “#Nonsololattine” della durata di 15 secondi:

Radio DeeJay, Radio Capital, Radio Italia, CNR, RDS, Radio Sportiva, Radio 24, Rai Radio 1 – 2 – 3, Radio Popolare, Radio Subasio, RTL 102.5, Radio 101, Radio Montecarlo 1 – 2, Kiss Kiss, Radio 105, Virgin Radio.

Nello stesso periodo, on line sui canali social Facebook e Youtube, verrà trasmessa la versione video dello stesso spot, mentre è già in atto la versione stampa con pagine intere multi soggetto pubblicate, per circa 2 mesi, sulle riviste della casa editrice Cairo.