ALL FOR THE GREEN, BOLOGNA 2017

 

Foto Bologna con logo

Una grande manifestazione su ambiente e sviluppo sostenibile diffusa su tutto il territorio della città.

Bologna dal 5 al 12 giugno diventa capitale mondiale dell’Ambiente con #ALL4THEGREEN, un “contenitore” di 70 eventi aperti alla massima partecipazione del pubblico per preparare, introdurre e “sensibilizzare” il G7 Ambiente 2017, la riunione intergovernativa tra i paesi più industrializzati della Terra che si terrà nella città emiliana il 11 e 12 giugno.

Istituzioni nazionali ed enti locali, università, associazioni e imprese partecipano all’organizzazione di questo fitto programma di iniziative incentrate sulla tutela ambientale e sull’economia circolare.

Saremo coinvolti anche noi del Consorzio CIAL, in parte con gli altri Consorzi di Filiera del Sistema Conai  (Comieco, Corepla, Ricrea, Rilegno e Coreve) in parte con una speciale iniziativa in accordo con il Comune di Bologna e il Ministero dell’Ambiente, che vedrà la riproduzione in alluminio riciclato e lattine per bevande usate di uno dei simboli dell’Europa Unita: l’Atomium di Bruxelles.

“Abbiamo immaginato questa settimana di grande mobilitazione in città – spiega il Ministro all’Ambiente Gianluca Galletti – come un’occasione unica di conoscenza e consapevolezza comune. Ci attende un G7 Ambiente con molte importanti questioni aperte e passi in avanti da compiere: ciò che deve essere chiaro è questo processo decisionale non è estraneo alla società, ma tutti ne siamo protagonisti a pari livello. Istituzioni e grandi aziende, associazioni ambientaliste, operatori e mondo dell’università, hanno scelto di unirsi in #AllForTheGreen per un obiettivo che è necessariamente comune: la cura dell’Ambiente, non solo come luogo della conservazione, ma come leva di una nuova crescita economica. Da bolognese – conclude Galletti – credo che questo sia anche un passaggio fondamentale per la mia città: perché oggi ha davvero le basi per caratterizzarsi come il luogo dell’innovazione ambientale”.

L’ATOMIUM IN ALLUMINIO RICICLATO E LATTINE USATE.

Verrà inaugurata nel pomeriggio del 5 giugno alla presenza del Ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, la  monumentale riproduzione in lattine di alluminio riciclato dell’Atomium di Bruxelles, uno dei simboli europei della razionalità e delle nuove frontiere della ricerca scientifica realizzata da CIAL, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente e del G7 Ambiente, manifestazioni che vedranno protagonista Bologna fino al 12 giugno.

La riproduzione del monumento originale esposto nella capitale belga è stata realizzata in scala 1/10 con l’impiego di 2000 Kg di alluminio riciclato, l’equivalente di 160.000 lattine per bevande. La struttura portante, progettata da uno studio di architettura è costituita da tubi in alluminio e, alta 11 metri con base 8 metri e circonferenza 9 metri, è ricoperta da lattine di bevande (il reticolo) e tappi di lattine (le sfere).

Questa curiosa installazione verrà posizionata al centro di Piazza XX Settembre e sarà visibile al pubblico per una settimana intera fino al 12 giugno, data di chiusura del G7.

La riproduzione dell’Atomium fa parte del gruppo dei grandi monumenti–simbolo realizzati in lattine grazie a CIAL.

L’Atomium , insieme alle precedenti e grandiose riproduzioni rappresenta “ il valore dell’Alluminio riciclato”. Prima dell’Atomium CIAL ha contribuito alla realizzazione di altre grandiose riproduzioni come l’Arena di Verona, il Teatro alla Scala a Milano, il Colosseo, la Reggia di Caserta e il Maschio Angioino di Napoli.

La costruzione dell’Atomium è opera dell’Associazione di volontariato AIDO di San Bonifacio (Verona) che, sostenuta da CIAL, destinerà il ricavato a scopi sociali. La collaborazione tra CIAL e l’associazione veronese non è estemporanea o casuale: da tempo, infatti, il Consorzio Imballaggi Alluminio, nell’ambito del progetto Raccolta Solidale,  collabora con Associazioni volontaristiche di varia natura presenti sul territorio che, a fronte degli imballaggi di alluminio recuperati, ricevono dal Consorzio un corrispettivo per le attività di raccolta e sensibilizzazione rivolte ai cittadini.

La collaborazione tra CIAL e il mondo  del volontariato rappresenta oggi uno dei sistemi più interessanti per la promozione e lo sviluppo di una cultura di sostenibilità ambientale, coerente con la salvaguardia dell’ambiente e delle sue risorse naturali, che assume un valore ancora maggiore per il fine sociale che la caratterizza.

Di seguito un’immagine dell’Atomium riprodotto ad Ancona nel 2013 in occasione dei Mondiali di Vela ‘Altura. In fondo all’articolo l’invito per l’inaugurazione dell’Atomium che si terrà a Bologna, in piazza XX settembre, alle 17.

ATOMIUM ANCONA 2013

 

LE ATTIVITA’ IN ACCORDO CON GLI ALTRI CONSORZI NAZIONALI PER IL RICICLO DEGLI IMBALLAGGI

In quanto best practice dell’economia circolare, Conai, CIAL, Comieco, Corepla, Ricrea, Rilegno e Coreve supportano #All4thegreen in risposta all’invito da parte del Ministro dell’Ambiente a stringere una grande alleanza tra istituzioni, associazioni e aziende per promuovere lo sviluppo sostenibile e rendere la tutela ambientale un fattore di crescita.

In questo senso, un ruolo importante è giocato dal riciclo e recupero dei rifiuti di imballaggio, che vedono operare da 20 anni CONAI e i Consorzi di Filiera, con l’ottenimento di performance significative a livello ambientale, economico e sociale.

Per sensibilizzare i cittadini sul tema del riciclo i Consorzi, tutti insieme, promuoveranno a Bologna due eventi di livello assoluto che giocano sulla metafora – in forme tra loro differenti – per sottolineare l’importanza del riciclo di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro, come:

  • Il Concerto per la Terra (5 giugno, Piazza Maggiore, ore 21:30), regalando ai bolognesi, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, un’esibizione del direttore d’orchestra, compositore e pianista Ezio Bosso. Il Maestro userà la grande musica classica, per lui semplicemente ‘musica libera’, come metafora delle nuove sfide del pianeta di fronte al nuovo Panta Rei, il Riciclo. In particolare, l’esibizione si focalizzerà verso gli aspetti felici della sua soluzione, utilizzando le note come messaggere di passato e ambasciatrici di futuro. Accompagnato da un ensemble di amici musicisti dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, il Maestro alternerà composizioni di Bach ad altre arie appositamente rielaborate per l’occasione sotto il filo conduttore de “Tutta la musica libera pulisce l’ambiente”
  • L’installazione artistica Abi-tanti. La moltitudine migrante (11 giugno, Piazza Maggiore), a cura del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli, progetto itinerante appena presentato all’Arts Learning Festival di Melbourne. Abi-tanti è una grande metafora dell’umanità, che permette di riflettere su temi importanti come identità, differenza, sostenibilità. Gli Abi-tanti sono oggetti filosofici che offrono a tutti la possibilità di osservare il mondo da più punti di vista: nei suoi 17 anni di vita, sono stati oltre 10.000 i pezzi creati – a partire da materiali riciclati e quindi eco-sostenibili – dalle persone che hanno aderito al progetto nei suoi 17 anni di vita, in Italia, in Europa, e nel mondo. Inoltre, l’esposizione sarà l’occasione per instaurare un rapporto diretto con i cittadini bolognesi, che avranno la possibilità di creare i propri Abi-tanti a partire dagli imballaggi in acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro, con il supporto degli artisti del Castello di Rivoli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *