LA CARTA ETICA DEL PACKAGING

Nasce la Carta Etica del Packaging, un documento di principi condivisi per progettare, produrre e utilizzare gli imballaggi in modo consapevole. 

Redatta da esperti del settore packaging, la Carta vede coinvolti progettisti, produttori, trasformatori e tutti coloro che sceglieranno di aderire a questo progetto. I firmatari si impegnano ad agire secondo i dieci punti della Carta, a darne opportuna diffusione, e a proporre iniziative per promuoverne i contenuti.

Il packaging, oggetto essenziale, sta vivendo una fase di piena maturità; come tale, richiede di aprire un percorso di riflessione condiviso per consentirne un’evoluzione nel rispetto dei bisogni del consumatore, dell’utilizzatore, dell’ambiente, della società. La Carta etica del Packaging vuole essere, quindi, uno strumento di riflessione e di impegno, attorno al quale convergere. Un documento di principi da condividere per accompagnare il packaging verso un futuro più consapevole. Si pone come strumento per una “cultura di sistema”: intende met­tere in rapporto obblighi e diritti che legano il momento della produzione con quello dell’utilizzo e consumo, soggetti che sono portatori di obblighi e soggetti che godono di diritti e aspettative. La Carta etica del Packaging mette in relazione il piano dei diritti, il piano dei principi, il piano dei valori per sancire un contratto ideale tra gli attori del sistema, affinché si impegnino a condividere principi verso cui tendere, senza sovrapporsi alle normative, e rendendo pubblica questa scelta“.

Ecco i 10 punti della Carta. A seguire trovate il documento completo all’interno del quale vengono illustrati nel dettaglio. 

IL PACKAGING DOVRA’ QUINDI ESSERE: 

  • 01. responsabile
  • 02. equilibrato
  • 03. sicuro
  • 04. accessibile
  • 05. trasparente
  • 06. informativo
  • 07. contemporaneo
  • 08. lungimirante
  • 09. educativo
  • 10. sostenibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *