4 settembre 2020

17-19 settembre, torna Circonomia

circonomia settembre 2020

Dal 17 al 19 settembre torna live CIRCONOMÌA, il Festival dell’economia circolare e delle energie dei territori. Dopo l’anteprima “digitale” di maggio e giugno, un programma ricco di incontri per il festival promosso da Gmi (Greening Marketing Italia), Cooperativa Erica e Aica (Associazione internazionale per la comunicazione ambientale).

In un’edizione che, nonostante le difficoltà dovute all’emergenza coronavirus, è la più ricca di sempre con 16 appuntamenti e oltre 100 personaggi, gli eventi live si terranno ad Alba, presso la Sala Convegni di Palazzo Banca d’Alba (via Cavour 4, ingresso da via Vernazza), con il gran finale a Novello, in piazza Vittorio Emanuele, nel pomeriggio di sabato 19 settembre, con protagonisti gli Eugenio in via Di Gioia e La Quadrilla Folk Band.

Tutti gli eventi inoltre saranno visibili sui canali social del festival, su www.circonomia.it e su Circonomia TV, il canale YouTube dedicato agli eventi della kermesse dedicata all’economia circolare.

Gli eventi in programma, aperti ad un massimo di 50 persone (per prenotare è necessario inviare una mail a ufficiostampa@cooperica.it, indicando nome, cognome, numero di telefono), si rivolgono a un pubblico non solo di addetti ai lavori, ma a tutti i cittadini consapevoli che l’economia circolare sia la via maestra per ripartire, dando un senso e un futuro all’idea di “green new deal”.

Ecco gli appuntamenti e i protagonisti principali degli eventi live di Circonomia 2020:

  • Giovedì 17 settembre alle 9,15 si terrà il corso dedicato ai giornalisti sull’economia circolare, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Piemonte. A fare i saluti ci saranno il Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e il Presidente di Banca d’Alba, Tino Cornaglia. A seguire Giuliana Cirio, Direttore di Confindustria Cuneo, presenterà uno studio sugli scenari di economia circolare in Provincia di Cuneo, e Duccio Bianchi un dossier sull’economia circolare nel nord ovest. Dopo l’intervento di Mattia Pellegrini, ci saranno due tavole rotonde con protagoniste alcune realtà industriali italiane e un confronto tra l’ex Ministro dell’Economia, Domenico Siniscalco, e gli Assessori all’Ambiente di Piemonte e Lombardia, Matteo Marnati e Raffaele Cattaneo, la vicepresidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein e il Presidente della Fondazione Symbola, Ermete Realacci. Roberto Morabito di Enea invece introdurrà i laboratori di formazione della sessione pomeridiana, dedicati a gestione dell’acqua; risparmio energetico e fonti rinnovabili; materie prime, riciclo e sottoprodotti; riduzione delle emissioni. La sessione mattutina sarà moderata da Giuseppe Bottero, quella pomeridiana da Roberto Fiori, entrambi giornalisti de La Stampa.
  • Venerdì 18 settembre alle 10,30 si terrà il dibattito “La circolarità è il futuro?”, al quale prenderanno parte Leonardo Becchetti dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Roberto Morabito di Enea, Lucia Leonessi di Confindustria Cisambente, Stefano Ciafani, Presidente di Legambiente e Francesco Farinetti di GreenPea, oltre a due ospiti internazionali come Christophe Debien, dell’European Organization for Climate and Circular Economy, e Francoise Bonnet, Direttore di Acr+. A dialogare con loro i ragazzi del Fridays For Future di Alba e Bra. Modererà l’evento la giornalista de La Stampa Cristina Borgogno.
  • Sempre venerdì 18 settembre alle 18 si terrà il dibattito “L’ecologia delle Parole”, con la partecipazione del filosofo Vito Mancuso, della virologa Ilaria Capua e dell’imprenditore Tino Cornaglia. Modererà l’incontro Roberto Della Seta di GMI.
  • Sabato 19 settembre alle 10 si svolgerà il convegno “Il Pack del futuro”. Dopo gli speech introduttivi di Maria Napoli, docente dell’Università del Piemonte Orientale, e Stefania Bongiovanni di Ego NewCom, si terrà un primo dibattito per approfondire il punto di vista di industria, retail e consumatori, a cui prenderà parte, tra gli altri, l’avvocato di Confconsumatori, Grazia Ferdenzi. Una seconda tavola rotonda metterà di fronte alcune realtà industriali attive nell’economia circolare come Comieco, Ricrea, Novamont, ReLife, CIER e Dentis Recycling Italy. A moderare la mattinata sarà Fiilippo Femia de La Stampa.
  • Nel pomeriggio di sabato 19 settembre Circonomia si sposterà a Novello, in piazza Vittorio Emanuele, per il gran finale: alle 16 gli Eugenio in via Di Gioia e La Quadrilla Folk Band, in collaborazione con gli animatori di ERICA, terranno un laboratorio dedicato ai ragazzi su economia circolare e musica, denominato “Scrivi una canzone circolare”. A seguire, alle 17, si svolgerà l’incontro “L’economia di Francesco”, con il Direttore di Famiglia Cristiana, Antonio Rizzolo, Anna Fasano, Presidente di Banca Etica e il direttore di Materia Rinnovabile, Emanuele Bompan. Modererà il dibattito Maria Grazia Olivero di Gazzetta d’Alba. Alle 18 invece si terrà l’incontro “Musica, Territorio e Ambiente”: animato da Andrea Chi di Radio Alba, vedrà gli Eugenio in Via Di Gioia e La Quadrilla Folk Band interpretare la canzone scritta con i ragazzi durante il laboratorio. A seguire si terrà un aperitivo musicale con intermezzi gastronomici con la partecipazione di alcune realtà del territorio come il vino biodinamico di Enrico Rivetto, il miele di Langhe e Roero di Dario Pozzolo e il vino autoctono della Nas-Cetta.

 

L’ambizione di CIRCONOMIA è di essere il luogo privilegiato dove favorire l’incontro e il confronto tra cittadini, imprese, amministrazioni pubbliche che credono nell’economia circolare come risposta virtuosa ai problemi e ai rischi ambientali. Un Festival che vive di proposte, progetti, creazione di network informativi tesi a diffondere questa “buona economia” e farne il principale carburante, pulito e rinnovabile, delle energie dei territori.

Economia “circolare” significa produrre beni e servizi reintegrando negli ecosistemi (biodegradabilità) o rivalorizzando economicamente (riutilizzo, riciclo, recupero) i materiali che residuano dal processo produttivo: materiali che invece nell’economia “lineare” diventano rifiuti.

Ma l’economia circolare è molto di più che azzerare o comunque minimizzare la produzione di rifiuti: è l’immagine più appropriata ed eloquente di una visione dell’economia radicalmente rinnovata, che supera il conflitto tradizionale tra interesse economico e interesse ambientale e la stessa logica di un’economia a ridotto impatto ambientale. Nella dimensione circolare economia e ambiente non sono più termini tra loro incompatibili e nemmeno interessi da comporre sulla base di reciproche rinunce. Sono piuttosto, o meglio possono diventare, due declinazioni complementari di una più larga e per l’appunto “circolare” nozione di benessere.

 

Circonomia ha il sostegno di CIAL e di altri partner:  Novamont, Ricrea, CONOU, Fondazione CRC, Confindustria Cisambiente, Montello Spa, ed altri…

Il festival ha il  patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Media partner del festival sono La Stampa e Envi.info.

Tutti gli eventi di Circonomia sono gratuiti: il programma dettagliato e le modalità di iscrizione sono disponibili online sul sito www.circonomia.it.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa via email a ufficiostampa@cooperica.it.

torna alle news
torna alla home