CIAL PREMIA LE MIGLIORI PERFORMANCE DI RACCOLTA

Alla luce dei risultati di raccolta differenziata e riciclo degli imballaggi in alluminio in Italia, relativi all’anno 2014, CIAL – Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo dell’Alluminio, ha stilato una speciale classifica che individua i Comuni e le società del territorio delegate alla gestione dei rifiuti con le migliori performance quantitative e qualitative rispetto alla raccolta differenziata dell’alluminio.

Sulla base di tale classifica, CIAL ha assegnato il cosiddetto “Premio Resa”, di fatto un incentivo economico per incoraggiare, su tutto il territorio nazionale, modelli di raccolta differenziata intensivi e in grado di valorizzare le piene potenzialità dei singoli bacini.

Grazie a questo Premio, rispetto all’anno 2014, verranno corrisposti 270mila euro; un corrispettivo aggiuntivo rispetto a quello già previsto dall’Accordo Quadro Anci-Conai, di cui il 65% nei confronti di Comuni e operatori di raccolta del Nord Italia, il 27% nei confronti di soggetti del Sud Italia e il 8% verso comuni del Centro.

Ad aggiudicarsi il “Premio Resa” di CIAL nel 2014 sono stati in tutto 38 soggetti.

Fra questi segnaliamo, nel Nord Italia:

  • La Società Amsa a2a che si occupa della raccolta differenziata a Milano e in 10 Comuni dell’hinterland.
  • La Società Aspem che opera a Varese.
  • La società Aser che serve il Comune di Rho (Milano) e i suoi 50.000 abitanti.
  • La Gelsia Ambiente che organizza la raccolta nella provincia di Monza-Brianza,in 10 Comuni fra i quali il più grande è Lissone.
  • Contarina, responsabile della raccolta differenziata a Treviso e in 33 Comuni della provincia.
  • L’Unione Montana Agordina che riunisce 16 Comuni della provincia di Belluno, fra i quali il capofila Agordo.

Nel Centro – Sud hanno ricevuto il premio: 

  • Valfreddana Recuperi, società che serve 20 Comuni della provincia di Lucca più la città di Massa.
  • Il Comune di Lenola in provincia di Viterbo.
  • Centro Riciclo Colleferro, con 22 Comuni serviti fra i quali Frascati.
  • La Società Ecosansperate, che in Sardegna serve 120 Comuni, fra cui Quarto Sant’Elena e Selargius. 
  • La Gesam che si occupa della gestione dei rifiuti in 9 Comuni della provincia di Sassari, fra i quali il più grande è Alghero.
  • La Società Asm di Molfetta.
  • Ecotecnica, società che lavora a Lecce e in 17 Comuni della sua provincia.
  • Ambiente SpA che si occupa della raccolta in 23 Comuni della provincia di Napoli, fra cui Ercolano e Pomigliano d’Arco.
  • Penisolaverde, in Campania, che gestisce la raccolta differenziata in 3 Comuni della provincia di Napoli fra cui Sorrento.
  • Il Comune di Portici e la società di riferimento Leucopetra.
  • Il Comune di Triggiano in provincia di Bari.
  • La Società Sarco, in Sicilia, che opera in 23 Comuni nelle province di Catania e Messina fra cui Milazzo.

 

In termini assoluti, considerando il totale delle quantità raccolte e conferite a CIAL nel 2014, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte ricoprono le prime quattro posizioni nella top ten delle migliori performance regionali seguite, nell’ordine, da Sardegna, Toscana, Campania, Lazio, Umbria e Sicilia.

Si tratta di un risultato importante che dimostra la validità del sistema di gestione alla base dell’Accordo Quadro Anci-Conai per garantire una crescita ed un consolidamento dei servizi di raccolta e di trattamento dei rifiuti con risultati e performance crescenti e in linea con gli standard europei.

Per consultare l’elenco completo dei vincitori del Premio Resa CIAL, vai al link:

www.cial.it/premioresa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.